Reverberi Enetec riserva, da anni, grande attenzione alle tematiche dell'energia e del risparmio energetico.

In Reverberi Enetec si fondono e si rafforzano competenze e capacità di investimento in ricerca e sviluppo con il know-how e l'esperienza sul mercato di due società leader nel campo del controllo dell'illuminazione.

SUCCESS STORIES

Stradale

Il telecontrollo e la regolazione del flusso luminoso ai fini dell’ottimizzazione dei consumi: risparmiare migliorando il servizio

Gallerie

Tecnologia per la sicurezza degli impianti di regolazione allo stato dell’arte, sempre in linea con le più recenti normative

Architetturale e Indoor

Quando dosare la luce ed il colore è l’essenza di un progetto di valore: coniugare le percezioni visive, il confort senza dilapidare risorse
Reverberi Enetec apporta nei propri prodotti l'esperienza di specialisti e professionisti.

I prodotti della gamma EDI, Opera e Sicura sono il frutto dell'esperienza in campo dei tecnici e professionisti che operano da lustri nel supporto alla realizzazione di impianti fotovoltaici

SUCCESS STORIES

Industria

L’autosufficienza energetica è spesso un miraggio per l’industria: come evitare di dipendere dal costo del petrolio

Pubblica amministrazione

L’impegno nel ridurre le emissioni in atmosfera è un must per la P.A., che dispone di coperture equipaggiabili a solare in quantità considerevole

Residenziale

Anche la singola abitazione può investire in un impianto fotovoltaico che è un investimento redditizio per l’ambiente e il portafoglio
Ultime news
PF per 7 Comuni Siculi
Pubblicato il 3 Luglio 2020
Oltre 70 milioni per l’illuminazione pubblica in 62 Comuni siciliani
 
Ecohitech Award
Pubblicato il 15 Giugno 2020
Dal 1998 un premio a smart city e Comuni green
 
Statte: il PF che punta alla Smart City
Pubblicato il 8 Giugno 2020
Nuovo impianto di pubblica illuminazione e rete tecnologica per il controllo del territorio e dell’ambiente
 
Patti: PF per diventare Smart City
Pubblicato il 20 Maggio 2020
Il progetto ammesso a finanziamento per poco più di 1 milione di euro sarebbe pronto ad andare in gara dopo l’ok dell’Urega sulle procedure.