Illuminazione scenografica Duomo di Monza Controllo punto-punto a onde convogliate per l'illuminazione artistica e monumentale
Controllo punto-punto a onde convogliate per l'illuminazione artistica e monumentale - Duomo di Monza - Reverberi EnetecControllo punto-punto a onde convogliate per l'illuminazione artistica e monumentale - Duomo di Monza - Reverberi EnetecControllo punto-punto a onde convogliate per l'illuminazione artistica e monumentale - Duomo di Monza - Reverberi EnetecControllo punto-punto a onde convogliate per l'illuminazione artistica e monumentale - Duomo di Monza - Reverberi EnetecControllo punto-punto a onde convogliate per l'illuminazione artistica e monumentale - Duomo di Monza - Reverberi Enetec

Costruito tra il XIV e il XVII secolo e dedicato a San Giovanni Battista, il Duomo di Monza domina con la sua facciata marmorea e l’austera mole del vicino campanile il nucleo storico della città.
Il Duomo risplende da qualche tempo di una ‘nuova luce’ grazie alle spettacolari scenografie luminose che ne esaltano il valore architettonico.

La facciata dal Duomo è stata resa protagonista, per merito di una serie di scenografie che hanno reso il Duomo l’attore principale. Si è voluto ricreare l’atmosfera affascinante di un piccolo borgo antico, ben diversa da quella caotica che caratterizza spesso le città moderne.

L’illuminazione del Duomo è stata ottenuta con un impianto complesso, composto da due gruppi di 15 e 18 proiettori ciascuno, equipaggiati con specifici accessori quali lenti e vetri sagomatori, in diverse gradazioni di luce bianca e colorata che hanno consentito di ottenere diversi e suggestivi effetti cromatici.

I particolari effetti luminosi sono ottenuti tramite la gestione separata dei singoli corpi illuminanti attraverso i moduli D/LPC della gamma Opera di Reverberi Enetec. 
Ne risulta una scenografia costituita da una combinazione di luci spente, luci accese e luci opportunamente dimmerate.
Le scenografie sono comandate dai moduli LPM, contenuti in due quadri di produzione Reverberi Enetec. Il comando parte dal modulo all'interno del quadro elettrico che a ogni ora, e in modo casuale, sceglie tra otto scenografie disponibili, che cessano ogni notte a mezzanotte.
Inoltre, per le notti di Natale, di Capodanno, di Pasqua e del Santo Patrono, San Giovanni Battista, sono previste scenografie speciali, diverse da quelle presentate durante il resto dell'anno.