AGSM Verona Cartografie ESRI integrate nel sistema di telegestione Maestro per gli impianti di illuminazione pubblica
Cartografie ESRI integrate nel sistema di telegestione Maestro per gli impianti di illuminazione pubblica - Verona AGSMCartografie ESRI integrate nel sistema di telegestione Maestro per gli impianti di illuminazione pubblica - Verona AGSM
L'esperienza

AGSM, la storica azienda di servizi di Verona (http://www.agsm.it), da alcuni anni impiega parte delle proprie risorse alla predisposizione di basi cartografiche al fine di integrare le diverse gestioni dei servizi offerti: gas, energia elettrica, acquedotto, fognatura, ecc.).

L'obiettivo di AGSM era quello di integrare, nell'ambito cartografico, anche la gestione della pubblica illuminazione, partendo dall'adozione graduale del telecontrollo a livello di quadro elettrico ed arrivando alla gestione della manutenzione e dei tecnici in campo.

La soluzione

Nel 2004, su idea del responsabile del settore di illuminazione pubblica, è stato adottato il software MAESTRO della gamma OPERA per la gestione delle cabine ed armadi distribuiti sul territorio comunale.

In accordo con AGSM, Reverberi Enetec ha studiato e implementato un sistema di interfacciamento tra il software Maestro, utilizzato dagli addetti alla gestione degli impianti, e le basi cartografiche.

Dal vecchio sistema basato su DOS contenente lo stato di fatto degli impianti di illuminazione pubblica, sono stati esportati i dati ed integrati nelle cartografie: in questo modo i tecnici AGSM hanno ottenuto una base dati unica ed omogenea all'interno delle cartografie, con gli attributi dei quadri e dei punti luce.

Per evitare l'inserimento e la duplicazione del lavoro da parte degli addetti agli impianti, il Maestro utilizza così i file shape (.shp) delle cartografie per la gestione interattiva degli elementi (visualizzazione degli allarmi provenienti dai quadri telecontrollati, monitoraggio delle richieste di manutenzione, sviluppo dei piani di manutenzione preventiva, ecc.) e l'importazione delle caratteristiche degli oggetti avviene in modo automatico, senza la necessità di alimentare manualmente il sistema.

Attualmente, i quadri di illuminazione pubblica della città di Verona presenti nelle cartografie e gestiti dal Maestro, sono circa 320, di cui solo una piccola parte con telecontrollo.

L'intenzione di AGSM è quella di sviluppare ulteriormente la telegestione a livello di quadro, installando i prodotti della gamma OPERA sui quadri esistenti più importanti ed adottando la regolazione di flusso centralizzata, comprensiva di telegestione, per gli impianti in corso di installazione e futuri.

Il sistema di telegestione comprende: un server installato presso una delle sale di elaborazione dati di AGSM ed alcune licenze client presso gli uffici degli addetti. Il server utilizza ben 6 modem GSM per la ricezione degli allarmi dal campo e per lo scarico dei dati storici, che permettono le analisi di funzionamento e di risparmio ottenuto.

I benefici

Il sistema sta dando soddisfazione al cliente, che apprezza soprattutto l'immediatezza nell'individuazione dei guasti e la semplicità d'uso. L'integrazione con le cartografie, condizione "sine qua non" di AGSM per l'adozione del Maestro, ha permesso al cliente di integrare vari sistemi di gestione e controllo per i molteplici servizi offerti.