Autostrada Palermo-Messina Regolatori di flusso luminoso per i rinforzi in galleria
Regolatori di flusso luminoso per i rinforzi in galleria Autostrada Palermo-MessinaRegolatori di flusso luminoso per i rinforzi in galleria Autostrada Palermo-MessinaRegolatori di flusso luminoso per i rinforzi in galleria Autostrada Palermo-Messina
L'esperienza

Le scelte progettuali, operate già negli anni novanta, hanno tenuto conto di quanto richiesto dalla CIE 88, riguardo la necessità di prevedere una modulazione del flusso luminoso in particolare nella zona dei rinforzi, all'ingresso della galleria, ma anche nella zona di pre-uscita.

Il progettista ha individuato tre livelli principali di illuminazione - pieno sole, sole medio, assenza di sole - in funzione della lettura effettuata dal sensore di luminanza posto all'esterno dell'imbocco, ad una distanza pari a quella di arresto per la velocità massima consentita in quel tratto. Tre livelli tuttavia non soddisfano pienamente i requisiti della CIE 88 in quanto il salto tra un livello ed un altro risulta troppo elevato e può determinare situazioni di sovrailluminamento in diverse condizioni operative, nonchè un elevato consumo energetico.

La soluzione

Ecco allora motivata la scelta di inserire nei circuiti di rinforzo e di pre-uscita, regolatori di flusso luminoso, capaci di ridurre il flusso emesso dalle lampade SAP fino al 50%.

É possibile perciò recuperare metà dell'incremento/riduzione del flusso che si ha accendendo o spegnendo un gradino e quindi in definitiva determinare condizioni di migliore confort per l'occhio umano. Dato poi che della potenza illuminante installata in galleria buona parte è necessaria per il funzionamento dei circuiti di rinforzo, è anche chiaro che il regolatore di flusso luminoso determina anche un consistente risparmio energetico.

Reverberi Enetec ha fornito la grande maggioranza dei regolatori installati nelle gallerie della Palermo - Messina. Questi sono stati forniti nella versione G, per interni, con grado di protezione IP21, per essere comandati dal quadro elettrico generale. Il cliente finale ha apprezzato in particolare il sistema statico utilizzato per la regolazione, esente da manutenzione e che non ha parti in movimento, indispensabile in ambienti così ostili.