Città di Reggio Emilia - Gestione intelligente dell'Illuminazione Regolatori di flusso luminoso centralizzato, kit di telegestione con orologio astronomico integrato, software Maestro per la telegestione degli impianti
Regolatori di flusso luminoso centralizzato, kit di telegestione con orologio astronomico integrato, software Maestro per la telegestione degli impianti di Reggio Emilia - Street Lighting Control SystemRegolatori di flusso luminoso centralizzato, kit di telegestione con orologio astronomico integrato, software Maestro per la telegestione degli impianti di Reggio Emilia - Street Lighting Control SystemRegolatori di flusso luminoso centralizzato, kit di telegestione con orologio astronomico integrato, software Maestro per la telegestione degli impianti di Reggio Emilia - Street Lighting Control SystemRegolatori di flusso luminoso centralizzato, kit di telegestione con orologio astronomico integrato, software Maestro per la telegestione degli impianti di Reggio Emilia - Street Lighting Control SystemRegolatori di flusso luminoso centralizzato, kit di telegestione con orologio astronomico integrato, software Maestro per la telegestione degli impianti di Reggio Emilia - Street Lighting Control System
L'esperienza

Nel corso del 2006, grazie alla volontà del Comune di Reggio Emilia di intraprendere un progetto serio di risparmio energetico e di riorganizzazione della manutenzione, viene indetta una gara per l’affidamento in Global Service degli impianti di illuminazione pubblica, impianti semaforici, servizio energia per il riscaldamento degli edifici comunali ed energia in genere.

Alcuni dati:

  • Numero di forniture elettriche attive per la pubblica illuminazione: 750
  • Numero di centri luminosi: circa 30.000 (dato 2008 a seguito del censimento con previsione di incremento di ulteriori 2000 unità circa).
La soluzione

Il piano di intervento prevede:

  • Adozione del regolatore di flusso su impianti di nuova costruzione e su quelli esistenti con potenza superiore a 10kW;
  • Utilizzo di un sistema di telegestione centralizzato per la segnalazione dei guasti in tempo reale, per l’ottimizzazione delle condizioni di funzionamento degli impianti e per la gestione intelligente della manutenzione;
  • Sostituzione dei centri luminosi obsoleti o dotati di lampade al mercurio con nuovi apparecchi a norma di legge e lampade al sodio alta pressione;
  • Sostituzione delle lanterne semaforiche ad incandescenza tradizionali i con altre del tipo a LED;
  • Censimento completo degli impianti di illuminazione pubblica, con localizzazione georeferenziata in mappa e rilievo puntuale dei dati salienti dei quadri di distruibuzione e dei punti luce.

Per quanto riguarda la regolazione del flusso luminoso la scelta del prodotto è ricaduta sulla gamma Reverberi, così come il sistema di telegestione, gestito dal software Maestro in configurazione server/client, gamma Opera.
I regolatori installati su impianti vecchi e nuovi di potenza superiore a 10 kW sono, al momento attuale, intorno alle 110 unità, tutti gestiti da telecontrollo, per una potenza complessiva installata di 1.812 kW. Il tempo di payback previsto è di circa 3 anni.

Il rilievo dello stato di fatto è stato eseguito con un Tablet PC e penna ottica: sulla cartografia in formato dwg fornita dal Comune, i tecnici di Gesta hanno monitorato le vie della città inserendo i dati via via reperiti, i punti luce e i quadri di distribuzione. Tali dati sono stati trasferiti direttamente sul file dwg come attributi.

Il software Maestro, installato su server ubicato presso Gesta ed accessibile al Comune attraverso la rete (internet), è lo strumento su cui gli addetti lavorano quotidianamente per il rilievo dei guasti agli impianti, la diagnostica e la prima risoluzione da remoto, la gestione delle squadre di manutenzione e dei tecnici in campo.
A cadenza periodica, inoltre, vengono analizzati i dati storici memorizzati dai regolatori di flusso per ricavarne, a consuntivo, i risparmi energetici, le ore di funzionamento, la correttezza degli indicatori posti come obiettivi.
Gli interventi di ottimizzazione - massimizzazione del risparmio, bilanciamento dei carichi, sistemazione delle linee e delle lampade – vengono eseguiti come azioni preventive in base alla lettura dei dati forniti dal sistema di telegestione.
 

I benefici

Il risparmio energetico fino ad ora conseguito, per effetto della riduzione di flusso notturna e per effetto della stabilizzazione di tensione sul carico, va da un minimo del 15 % ad un massimo del 35 %, a seconda dello stato dell’impianto. Il risparmio medio si attesa intorno al 28 %, sul totale degli impianti gestiti.

In alcune situazioni, infatti, le cadute di tensione su linee sottodimensionate, l’utilizzo di lampade fluorescenti e le caratteristiche dell’impianto, non consentono una riduzione significativa dei consumi, per ottenere la quale si andrebbe a discapito del servizio.