Comune di Bagnacavallo (RA) Adozione dei regolatori di tensione SEC STPi nell'intervento di riqualificazione della illuminazione pubblica
Bagnacavallo Adozione dei regolatori di tensione Reverberi SEC STPi intervento di riqualificazione della illuminazione pubblicaBagnacavallo Adozione dei regolatori di tensione Reverberi SEC STPi intervento di riqualificazione della illuminazione pubblicaBagnacavallo Adozione dei regolatori di tensione Reverberi SEC STPi intervento di riqualificazione della illuminazione pubblicaBagnacavallo Adozione dei regolatori di tensione Reverberi SEC STPi intervento di riqualificazione della illuminazione pubblicaBagnacavallo Adozione dei regolatori di tensione Reverberi SEC STPi intervento di riqualificazione della illuminazione pubblica

Il Comune di Bagnacavallo, in provincia di Ravenna, è un centro di circa 17.000 abitanti. Bagnacavallo ha un centro storico ben conservato dal tipico impianto radiale risalente al medioevo, con numerosi palazzi perlopiù seicenteschi e settecenteschi, appartenuti a nobili casate.

L’Amministrazione Comunale ha messo in gara un intervento consistente sia nella eliminazione delle lampade al mercurio, in vista della scadenza del 2016, sia di forte riduzione dei consumi energetici, puntando, diversamente da molti altri casi, sulla gara pubblica per affidamento lavori. Il progetto di riqualificazione ha riguardato 2999 punti luce, mentre la sostituzione da lampade a Vapori di Mercurio a Sodio Alta Pressione ha riguardato 600 di queste. Sono inoltre stati sostituiti 702 apparecchi di illuminazione ed installati 24 regolatori di tensione SEC STPi della gamma Reverberi.

La scelta della regolazione centralizzata è stata determinata da motivi molto pratici: la normaUNI 11248, infatti, consente la riduzione del flusso luminoso - e quindi risparmio energetico - nelle ore di minor traffico. Queste però sono variabili durante l’anno, ed in genere la riduzione del traffico può avvenire prima in inverno, mentre è consigliabile spingersi più in la nella notte di estate, quando addirittura è da evitare fino a notte fonda nel caso delle feste patronali o di festività significative. Non si tratta di un aspetto marginale: la norma UNI 11431 sui regolatori di flusso premia con il massimo rating la presenza di un orologio calendario, mentre assegna il minimo rating ai dispositivi chiamati “stand alone” che riescono a individuare abbastanza precisamente la mezzanotte, ma non sono in grado di discriminare il giorno dell’anno.

In riferimento alla norma UNI 11431, il regolatore di tensione STPi si colloca ai vertici: massimo rendimento al 98%, costanza del rendimento al variare del carico, stabilizzazione della tensione al 1%, riduzione del flusso oltre il 50%, disponibilità di un orologio calendario. Può quindi fregiarsi della marchiatura CLASSE PRESTAZIONE (UNI 11431) R1-L1-A1-Y1-P1 che corrisponde al massimo rating previsto dalla norma ed a quanto richiesto dai Criteri Ambientali Minimi editi dal Ministero dell’Ambiente.

Gli impianti di Bagnacavallo sono inoltre dotati del software di telegestione Maestro2 della gamma Opera. Maestro consente la gestione remota della più svariate tecnologie di regolazione: dai LED agli alimentatori elettronici dimmerabili, ai regolatori di tensione fino ai dispositivi per gallerie. Un software completo di tutti gli strumenti più avanzati per la gestione a distanza degli impianti.