Roma: telegestione quadro, singolo punto luce e APP per il censimento 1.500 quadri e 169.000 punti luce con prodotti Reverberi
Roma telegestione quadro, singolo punto luce e APP per il censimento

Tre anni, dal 2014 al 2017, un tempo record per realizzare uno dei più imponenti progetti legati alla pubblica illuminazione della storia: protagonista è stata la città eterna, Roma.

L’amministrazione di Roma Capitale ed ACEA S.p.A. hanno avuto il merito di credere nell’ambizioso progetto di avere l’intera metropoli illuminata a LED, telegestita ed ecosostenibile.
Sono più di 1.500 i quadri di comando telegestiti con i moduli DIMmy e MEM per monitorare i consumi energetici. Oltre 3.300 sono i gateway LPM che gestiscono i 169.000 moduli LPC installati all’interno degli apparecchi di illuminazione a LED, per il comando ed il monitoraggio ogni singolo punto luce di Roma da remoto.

Nel centro di controllo di ACEA è installato il software Maestro e Maestro web, con Web services ed App del censimento, per permettere la telegestione completa: dalla raccolta dati, alla gestione da remoto, fino all’analisi dei dati.
Questo è solo il primo passo per rendere Roma veramente Smart: sull’infrastruttura creata è in corso il progetto Diademe, per l’illuminazione adattiva e sensoristica diffusa su 1.000 punti luce nel quartiere EUR.