Telecontrollo e telegestione a Venezia e Mestre Regolatori centralizzati e kit di telegestione a isola
Venezia Mestre regolatori centralizzati e kit di telegestione a isola Reverberi EnetecVenezia Mestre regolatori centralizzati e kit di telegestione a isola Reverberi EnetecVenezia Mestre regolatori centralizzati e kit di telegestione a isola Reverberi EnetecVenezia Mestre regolatori centralizzati e kit di telegestione a isola Reverberi Enetec

Una applicazione interessante riguardante i kit di telegestione per quadro di comando della gamma Opera di Reverberi Enetec, è quella del capoluogo veneto. Il cliente ha attivato circa 180 telecontrolli a isola, distribuiti tra Mestre (156 installazioni in servizio) e Venezia (25 installazioni in corso di attivazione). 

I telecontrolli sono parte di un progetto più articolato, che vede anche l’uso di circa 110 regolatori di tensione centralizzati gamma Reverberi, anche questi distribuiti quasi totalmente nel comune di Mestre (solo due sono ubicati in Piazzale Roma a Venezia). Le loro funzioni, dal punto di vista del telecontrollo, sono identiche a quelle dei telecontrolli ad isola.

Tutte le periferiche possiedono l’orologio astonomico integrato impostabile da remoto e sono in grado di inviare allarmi al centro di controllo, ubicato nella sede del gestore a Marghera, quali:
-    Impianto acceso di giorno / spento di notte
-    Intervento interruttore generale in protezione
-    Mancanza tensione di rete
-    Intervento protezioni in uscita
-    Tensioni, correnti, potenze fuori soglia

Il software di telegestione esegue un download periodico dalle periferiche per storicizzare misure elettriche e valori dei contatori incrementali di energia, utili all’analisi del corretto funzionamento degli impianti.

La comunicazione con il software del centro di controllo avviene tramite connessione dati GSM, cosa che consente al cliente di accendere e spegnere gli impianti da remoto utilizzando SMS inviati direttamente alle apparecchiature, oltre che dal software presente nel centro di controllo.

In Piazza San Marco, inoltre, è stato adottato un telecontrollo esteso al singolo punto luce per la regolazione dell’illuminazione monumentale della Basilica di San Marco (lampade SAP da 250 a 600W) e della piazza (lampade LED da 85W). Dal centro di controllo ubicato a Marghera è possibile definire i vari scenari utili per conciliare, per una delle piazze più famose del mondo, stupore ed economia nella gestione delle risorse (vedi scheda applicazione).