Tunnel dell'aeroporto internazionale di Dubai, Emirati Arabi Regolatori di flusso luminoso per la galleria aeroporto di Dubai (UAE)
Regolatori di flusso luminoso per la galleria aeroporto di Dubai (UAE)Regolatori di flusso luminoso per la galleria aeroporto di Dubai (UAE)Regolatori di flusso luminoso per la galleria aeroporto di Dubai (UAE)
L'esperienza

Il progetto, per la cui realizzazione sono stati necessari 2 anni e mezzo di lavoro, ha comportato la rimozione di 2 milioni di metri cubi di terra, mentre il corpo della struttura ha richiesto 550.000 metri cubi di calcestruzzo e 1890 rampe, ognuna delle quali lunga 22 metri e del peso di 66 tonnellate. Le pareti interne sono state interamente ricoperte da 80 mosaici realizzati con 75.000 metri cubi di marmo.

Il Tunnel, lungo km. 1.5, il più lungo e ampio del Medio Oriente, comprende otto corsie con una capacità di 8.000 veicoli all’ora per ogni senso di marcia. Separatamente dalla struttura principale del tunnel, è stato costruito un ponte sopraelevato di 440 metri, all’entrata nord del tunnel sopra l’intersecazione di Al Quds e Beirut Road, ed altri due ponti sopraelevati lunghi 200 mt. ciascuno.

Il numero di persone previsto che utilizzeranno il Tunnel dell’Aeroporto, nel 2020 raggiungerà 42 milioni.

La soluzione

Il controllo dell’illuminazione e del sistema di gestione del Tunnel dell’Aeroporto Internazionale di Dubai è uno dei sistemi più complessi e avanzati del mondo. Circa 10.000 lampade vengono controllate e monitorate ogni giorno nel tunnel più lungo del Medio Oriente.

I componenti del sistema sono distribuiti attraverso le quattro sottostazioni e le cabine Nord e Sud. Sono collegati insieme tramite una rete ridondante di anelli a fibra ottica.

Ognuno dei 471 circuiti illuminanti viene controllato e monitorato individualmente tramite un Regolatore INTELUX NG. I problemi vengono segnalati immediatamente all’insorgere e gli allarmi sono rilevati tramite il sistema di controllo principale. La stazione principale di controllo è collegata al sistema del controllo centrale SCADA dei tunnels, da cui il sistema può essere operativo e monitorato. In caso di emergenza gli ingegneri possono entrare nel sistema da ogni parte del mondo, tramite connessione internet. Tale sistema è programmato per collegare sistemi di controllo simili, più piccoli, per controllare l’illuminazione in tunnel più piccoli e sottopassaggi, da un capo all’altro di Dubai al sistema di controllo principale.

I benefici

Nel corso della progettazione del sistema, gli ingegneri della Ticos AG Svizzera e di Reverberi Enetec , un gruppo specializzato avente al proprio attivo circa 100 tunnels, tra i quali il tunnel più lungo del mondo (Tunnel del Gottardo in Svizzera, lungo 17 km.) hanno avuto due priorità. La maggiore priorità è stata data alla sicurezza e alla protezione. Tutti i sistemi hanno funzione di back-up che garantiscono l’illuminazione anche nel peggiore dei casi.

Quale seconda priorità il costo operativo del tunnel è stato in primo piano. Il sistema installato risparmierà circa il 25% di energia, se paragonato ad un sistema tradizionale e le lampade durano due volte di più grazie alla stabilizzazione della tensione e alla dimerizzazione delle lampade.