Patti: PF per diventare Smart City
20 Maggio 2020

Il Comune di Patti (ME) ottiene il via libera alla pubblicazione del bando di gara relativo al project financing per l’affidamento della progettazione e della realizzazione di un intervento di riqualificazione energetica degli impianti di pubblica illuminazione con l’inserimento di servizi Smart. Il progetto prevede anche la gestione e la manutenzione, sia ordinaria che straordinaria, dell’impianto di pubblica illuminazione; compresa la fornitura di energia elettrica.

Ammesso a finanziamento nel maggio del 2019 per un importo di circa 1 Mln di euro nell’ambito di un avviso pubblico per la concessione di agevolazioni in favore degli enti locali, il progetto si pone come obbiettivo un generale ammodernamento dell’intero impianto di illuminazione pubblica attraverso la sostituzione dei vecchi corpi illuminanti con la nuova tecnologia led; inoltre si prevede: l’ottimizzazione dei punti di consegna elettrica, il rifacimento dei quadri, la manutenzione e l’ampliamento di nuovi impianti, la riduzione dei consumi energetici e la gestione in concessione degli stessi; compresa la fornitura di energia elettrica.

Su queste considerazioni la giunta municipale aveva deciso di dichiarare il project financing, prevedendo un costo totale di investimento pari a 2 milioni 540 mila euro. Di questi, poco più di 1 milione giungeranno dai fondi comunitari del programma Fesr Sicilia, mentre la restante quota di co-finanziamento sarebbe a carico dell’azienda che si aggiudicherà l’appalto.

Dall’esame del progetto, si evince la diminuzione dei cosiddetti “sprechi energetici”, sia in termini di riduzione di consumi ed emissioni di CO2, sia relativamente ai costi economici delle bollette. Si prevede anche la sostituzione di 1.150 corpi illuminanti con apparecchiature a led, compresa la realizzazione di 11 nuovi quadri elettrici, la revisione e la messa a norma di altri 44, la realizzazione di 4 pali fotovoltaici nelle zone prive di alimentazione elettrica, la sostituzione di 75 pali di acciaio, la messa a norma e la manutenzione dell’intero impianto.

Il proponente garantirebbe, inoltre, un sistema di telecontrollo e telegestione che consentirebbe il monitoraggio dei veicoli in movimento e l’introduzione sul territorio comunale di pannelli a messaggio variabile.