Statte: il PF che punta alla Smart City
8 Giugno 2020

3960 punti luce da riqualificare con tecnologia a LED e predisposizione Smart, con oltre 7 chilometri e mezzo di cablaggi e reti che costituiranno il primo importante tassello verso una smart city.Sono questi gli obbiettivi che si predispone il progetto presentato dal Comune di Statte, relativo al servizio che, a partire dai prossimi giorni, costruirà una nuova impiantistica per la pubblica illuminazione dell’intero paese.

Si tratta di un progetto che proietta l’intero territorio verso una piattaforma digitale dove, grazie a sensori intelligenti su ogni palo della luce, consentirà di avere presto una struttura adeguata alle normative vigenti, in grado di effettuare una telegestione completa degli impianti; con l’obiettivo non solo di raggiungere buone performance di risparmio energetico ma anche costruire strumenti utili per la realizzazione di una rete integrata di servizi: dal controllo del territorio garantito con l’installazione di ben 40 telecamere in punti sensibili fino al servizio di hot spot gratuito in tutta la biopiazza del paese.

Questa rete consentirà di controllare, infatti, ogni singolo punto luce e sarà dotata di corpi illuminanti a LED, sensori WSN, infrastruttura di rete per il telecontrollo e la telegestione, centraline di controllo della qualità dell’aria, 40 telecamere di videosorveglianza, 2 pannelli a messaggio variabile, un impianto per la realizzazione di luci artistiche in occasioni di festività nazionali e locali e un hot-spot wi-fi gratuito per tutta l’area della Biopiazza.